Attivismo e sensibilizzazione. Insieme contro la violenza di genere


Lo scorso 26 Novembre, l'Associazione ComeUnaMarea Onlus, ha coinvolto gli studenti dell'IPSSAR Pietro Piazza in una mattina di riflessione e sensibilizzazione contro la violenza di genere, condivisa dall'Istituto stesso. Un incontro pensato all'interno dei 16 giorni di attivismo che seguono il 25 Novembre, Giornata Internazionale per l'eliminazione della Violenza contro le Donne. 
Il pubblico di ragazzi e professori accolto con grande interesse ed entusiasmo, la possibilità di riflettere insieme e dire No in modo accorato e realmente partecipato, alla violenza sulle donne. 
Nel grande spazio dell'aula magna dell'Istituto, si sono alternati momenti artistici a testimonianze di esperti e voci che da anni si battono per contrastare il fenomeno. 

Di indubbia emozione l'intervento di Delfina Nunes, membro della Consulta della Culture di Palermo, responsabile dello sportello S.A.R.i. P.O. “Aiuto Materno”, capoverdiana, che ha tratteggiato alcuni ricordi personali evidenziando il tema della violenza di genere in modo interculturale. 
Di altrettanto interesse l'intervento di Corinne Latteur, prima donna della Sicilia ad essersi diplomata come direttore e compositore, sul tema dello stalking nel mondo della musica e dei professionisti della musica. Ha creato un opera lirica che affronta con la forza ed il coraggio della musica, un tema mai troppo attenzionato e anzi spesso messo a tacere. 

Di grande sensibilità tutti gli interventi dei ragazzi del Piazza: il coro polifonico che ha eseguito una selezione di canti a cappella ed il secondo coro di ragazzi accompagnati da chitarra acustica, che ha composto una canzone contro la violenza di genere.
Intenso e di grande forza il momento di danza contemporanea della scuola "Tusa e Cutrera", in cui le danzatrici con i loro movimenti hanno espresso il dissidio delle donne tra la violenza e la voglia di ribellione ad essa.

Un momento conclusivo di dibattito e interventi spontanei degli studenti hanno concluso la giornata. 
Un grazie sincero a tutti i partecipanti.
Insieme si può.


Posta un commento